Occupazione suolo pubblico al Circeo, tavoli e sedie nelle piazze senza autorizzazioni: scatta l’interrogazione

Tavoli e sedie selvagge a San Felice Circeo, il gruppo consiliare di opposizione “Verso il domani” richiama l’amministrazione comunale sul tema delle occupazioni abusive di suolo pubblico. I consiglieri Eugenio Saputo, Egidio Calisi e Luciano Magnanti hanno presentato in questi giorni un’interrogazione alla luce del fatto che le attività commerciali non risulterebbero ancora autorizzate ad occupare piazze e strade comunali nonostante l’ente abbia adottato un sistema informatizzato di richiesta di occupazione dei suoli pubblici, che dovrebbe rendere più rapido il rilascio. “Si sono già tenute manifestazioni musicali presso pubblici esercizi, a quanto pare regolarmente autorizzate, ma in assenza del diritto di occupazione dell’area – scrivo i consiglieri nell’interrogazione -. Tale problema assume particolare rilevanza nel centro storico, con ampliamento del tutto arbitrario delle occupazioni. In tal senso, il 14 luglio scorso, la Polizia Locale è intervenuta in piazza Vittorio Veneto facendo ‘arretrare’ tavoli e sedie entro confini inesistenti, stante l’assenza di qualsiasi autorizzazione”.

Per queste ragioni il gruppo Verso il domani chiede “come venga giustificata tale grave inefficienza degli uffici che, a fronte della maggior facilità di trattamento delle richieste derivante dai mezzi informatici, non rispondono alle legittime richieste degli operatori; se non ritenga l’amministrazione che, perdurando il mancato rilascio, ci sia in rischio di perdere pagamenti anche consistenti con conseguente rischio anche di danno erariale; in quale maniera si intendano nell’immediato contenere il dilagare delle occupazioni abusive considerando che la Polizia Locale non ha effettuato ulteriori controlli dal 14 luglio 2018”.

L’articolo Occupazione suolo pubblico al Circeo, tavoli e sedie nelle piazze senza autorizzazioni: scatta l’interrogazione proviene da LatinaCorriere.it.

originale su Latinacorriere©
Author: Redazione

Precedente Terracina, allarme ladri di reliquie: l'icona della Madonna resta al riparo Successivo Nettuno, rubano prodotti in un negozio: denunciate un'italiana e una rom