Una tavola sotto i piedi, la comunità degli skaters di Latina si racconta

 
 
 
 
 
 
 
 
LATINA – Si sentono al posto giusto soprattutto quando hanno una tavola sotto i piedi, che scivoli sulla terra o sulle onde. Sono gli skaters, una comunità  allargata e variegata, fatta di diverse generazioni, nata a Latina alla fine degli anni ’70. Per loro, in questi giorni, è arrivata una visibilità inattesa dopo la decisione dell’Amministrazione comunale di realizzare uno skate-park, un’area in cui possano compiere le loro evoluzioni, allenarsi, organizzare esibizioni e fare attività di promozione dello sport, come avviene da tempo in molte città di tutto il mondo. Sono anni che se ne parla, già sotto la precedente amministrazione. Ora il progetto sta prendendo il volo grazie a una delibera di indirizzo e 150mila euro.
SKATE E NATURA, UN BINOMIO – Lo skate-park  – se ne è parlato tanto, tra fautori e contrari – nascerà in Parco Falcone e Borsellino sulle ceneri della vecchia pista per il pattinaggio a rotelle, oggi inutilizzabile. “Un posto perfetto per chi come noi ama la natura. Non ci spaventano gli aghi di pino, né le foglie, né i sassi, lo spazio è giusto, la posizione centrale. E’ stata una scelta condivisa, dopo vari sopralluoghi, riunioni, un lungo periodo di ascolto”, dicono spiegando che “è un sogno che si avvera”.

CHI SONO – Ma da dove sono saltati fuori “quelli delle tavole”? Chi sono? Dove si riuniscono? Ce lo siamo fatto raccontare questa mattina in radio da Alberto Ventriglia e Jacopo Picozza in rappresentanza della comunità degli skater. “La nostra è una famiglia, e ha già un ricambio generazionale, abbiamo avuto i nostri mentori in persone che non ci sono più, ma che ci hanno insegnato ad amare gli sport da scivolamento, voglio ricordare – dice – Alberto Ferrante e Claudio Palliccia. Ci tenevamo a dire che siamo molto soddisfatti sia della location che del tipo di skate park che sarà realizzato. Al di là di tutto ci piacerebbe che questo progetto superasse le polemiche politiche e unisse tutti, perché farà fare a latina un salto nel futuro”.
ALBERTO VENTRIGLIA (audio)

https://www.radioluna.it/news/wp-content/uploads/2020/09/ALBERTO-VENTRIGLIA-1.mp3Qualcuno però diffida di loro quando con le tavole si lanciano da scale e marciapiedi, saltano sulle panchine, cercano trampolini di lancio nei parchi cittadini costretti ad adattarsi per inventare i loro tricks, “trucchi” per stupire e sentirsi leggeri. “Lo skateboarding attrae molti ragazzi, a Latina siamo tanti e lo skate park sicuramente sarà attrattore per nuove leve. E’ uno stile di vita, uno sporte e anche una cultura. Abbiamo le nostre regole – dice Jacopo Picozza, il più bravo skater di Latina, campione italiano nel 2007 e viaggi con la tavola in tutto il mondo – La prima parola è rispetto per i luoghi e per le persone. E’ abbiamo un forte spirito di condivisione”. Dall’anno prossimo, poi, sarà anche sport olimpico.
https://www.radioluna.it/news/wp-content/uploads/2020/09/jacopo-picozza.mp3“La realizzazione dello skate park è un passo importante per il movimento sportivo di Latina e per i giovani che ne saranno i fruitori  –  ha tenuto a sottolineare la consigliera Valeria Campagna esprimendo soddisfazione per questo primo risultato – C’è voluto molto tempo, speriamo ora di poterlo realizzare rapidamente“.
https://www.radioluna.it/news/wp-content/uploads/2020/09/valeria-campagna.mp3 The post Una tavola sotto i piedi, la comunità degli skaters di Latina si racconta first appeared on Luna Notizie – Notizie di Latina.
originale su Radioluna ©
Author: Roberta Sottoriva

Precedente Diventare volontari della Lilt di Latina, riprende la formazione Successivo Oroscopo del giorno 06 Settembre 2020 a cura di Artemis