Terracina, voragine ingoia un tratto di strada di via Lungo Sisto


Tratto di strada sparito oggi pomeriggio in via Lungo Sisto a Terracina: una profonda voragine si è aperta all’improvviso in prossimità dell’incrocio con via Sanguigna. La strada è stata immediatamente chiusa al traffico. Increduli i primi passanti.

La zona interessata dallo sprofondamento si trova tra via Mediana Vecchia e la Pontina, nei pressi di San Vito, dove sono in corso lavori del Consorzio di Bonifica. La strada, ed in particolare questo tratto, negli ultimi mesi è stata sottoposta a un elevato carico di traffico, a seguito delle deviazioni dovute sia per il ponte demolito sul Sisto, lungo la provinciale che collega San Felice Circeo a Terracina, che alla chiusura della Pontina per la voragine del 25 novembre scorso.

La rete stradale di queste zone inizia a far paura davvero.

Sul posto gli operai del Consorzio di Bonifica. L’assessore Pierpaolo Marcuzzi ha spiegato che la strada è sprofondata a seguito di una perdita d’acqua da una condotta del Consorzio e che sarà lo stesso ente di Bonifica ad effettuare i lavori di ripristino della strada nel giro di pochi giorni. E noi lo speriamo vivamente, dopo i disagi subiti dalla comunità locale per la lunga interdizione al traffico sulla vicina provinciale divisa in due dall’abbattimento del ponte pericolante sul Sisto e la voragine della Pontina che oltre a costringere gli utenti della strada a percorrere le inadeguate Migliare ha causato la morte di un imprenditore del posto, il cui corpo non è stato ancora ritrovato.

Fortunatamente la voragine apertasi su via Lungo Sisto, a poche centinaia di metri dal pericoloso incrocio della Marna, costellato di croci installate dai residenti in memoria delle numerose vittime di incidenti stradali, non ha arrecato danni a persone e cose.

L’articolo Terracina, voragine ingoia un tratto di strada di via Lungo Sisto proviene da LatinaCorriere.it.

originale su Latinacorriere©
Author: Redazione

Precedente Bandiere Blu: ritirati i vessilli dai Comuni con le spiagge più belle Successivo LIVELLI BARONALI: NUOVI RISVOLTI a cura di Mario Tocci