San Felice Circeo, una ragazza positiva e 15 in quarantena. Schiboni: “Troppa leggerezza, il virus circola ancora”


Sembra essere diventato, purtroppo, un lontano ricordo. Quello segnato dal lockdown, dal timore del contagio, dalla paura di uscire di casa.

Peccato che il virus Covid 19 non sollo sia ancora in circolo ma stia ricominciando a correre grazie alla leggerezza delle persone.

In particolar modo nelle città di mare e di vacanza riuscire a far rispettare le regole, poche ma fondamentali, è praticamente una missione impossibile.

Ne sa qualcosa il sindaco di San Felice Circeo, Giuseppe Schiboni a fronte del contagio di queste ore di una ragazza di soli 17 anni di rientro dal Messico.

La positività ha portato altre 15 persone ad essere messe in quarantena presso le proprie abitazioni.

“Costantemente richiamiamo le persone a mantenere un comportamento responsabile, non solo quelle che arrivano sul territorio ed anche i residenti si comportano come se il problema della pandemia a noi non debba preoccupare o non sia mai arrivato. Quanto accade ogni fine settimana – spiega – non riuscirebbe a fronteggiarlo neanche un comune con cento agenti di polizia locale proprio per la leggerezza che incontro nelle strade e nei punti di svago e divertimento. La mascherina, il distanziamento sociale, la pulizia costante delle mani restano tra gli obblighi a cui tutti dobbiamo dare puntuale attuazione per tutelare noi stessi e gli altri”.
E, purtroppo, non si tratta di casi isolati, analoghe scene si vivono a Ponza, che rischia di trasformarsi qualora ci fossero dei contagi in un’isola in quarantena, a Latina, a Sabaudia.

 

L’articolo San Felice Circeo, una ragazza positiva e 15 in quarantena. Schiboni: “Troppa leggerezza, il virus circola ancora” proviene da Latina Quotidiano.

originale su LatinaQuotidiano.it©
Author: LatinaQuotidiano.it

Precedente Coronavirus, l'analisi: il 61% dei casi è un uomo con età media di 59 anni Successivo Il premier Conte al Circeo, breve vacanza di coppia: immortalati da “Diva e Donna”