San Felice Circeo, revocata l’ordinanza che vietava il bagno al mare

E’ stato approvato il piano di salvamento collettivo dall’Ufficio circondariale marittimo di Terracina e revocata l’ordinanza sindacale che vietava la balneazione sul litorale di San Felice Circeo.

Stamattina (15 giugno), il sindaco Giuseppe Schiboni ha firmato l’ordinanza di revoca ed emanato le disposizioni per il litorale che saranno in vigore per tutta l’estate sulla costa del Circeo.

In particolare, il provvedimento richiama tutte le norme anticontagio da Covid-19 e soprattutto ribadisce l’obbligo di distanziamento sociale secondo le regole della Regione Lazio e dei relativi protocolli di sicurezza. Il provvedimento che interessa sia le spiagge in concessione, sia le spiagge libere è entrato in vigore già da oggi e permetterà un uso ordinato della costa.

Sulle spiagge libere si potrà accedere anche attraverso uno strumento di prenotazione (app dedicata) e gli operatori del gruppo comunale di Protezione Civile o un servizio di steward saranno presenti sul litorale per il controllo del distanziamento sociale e per evitare assembramenti.

Trasmesso alla Prefettura di Latina il progetto che consisterà sul pattugliamento delle spiagge per la prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione che, una volta approvato, sarà attivo dal primo luglio e fino al prossimo 30 settembre.

L’articolo San Felice Circeo, revocata l’ordinanza che vietava il bagno al mare proviene da LatinaCorriere.it.

originale su Latinacorriere©
Author: Redazione

Precedente Coronavirus, l'analisi: il 61% dei casi è un uomo con età media di 59 anni Successivo Il premier Conte al Circeo, breve vacanza di coppia: immortalati da “Diva e Donna”