San Felice Circeo, no bagnini no party. In spiaggia solo per tintarella e sport, vietato fare il bagno


spiaggia San Felice Circeo

Un problema diffusi e che non riguarda solo San Felice Circeo quello dell’assenza di bagnini.

Problema che ha portato il sindaco Giuseppe Schiboni a prendere provvedimenti rapidi e restrittivi a tutela della salute dei cittadini.

L’assenza di addetti al salvataggio è la condizione sine qua non dare la possibilità alle persone di fare il bagno al mare.

L’ordinanza del sindaco consente “la balneazione nelle spiagge in concessione laddove i concessionari abbiano provveduto al rispetto delle indicazioni di cui all’ordinanza della Regione Lazio (del 19 maggio), e all’attivazione del servizio di salvamento”.

Si potrà prendere il sole con l’obbligo del distanziamento: ombrelloni distanti 3,20 metri uno dall’altro e 1 metro per il passaggio (quindi 4,20 metri), e 1,5 metri tra sdraio, lettini e asciugamani. Sarà possibile fare sport individuale. Sono vietati gli assembramenti e non si potrà fare sport di squadra.

Prevista peer i trasgressori una sanzione amministrativa pecuniaria da 50 a 500 euro.

L’articolo San Felice Circeo, no bagnini no party. In spiaggia solo per tintarella e sport, vietato fare il bagno proviene da Latina Quotidiano.

originale su LatinaQuotidiano.it©
Author: LatinaQuotidiano.it

Precedente Coronavirus, l'analisi: il 61% dei casi è un uomo con età media di 59 anni