San Felice Circeo, il falò della Befana con la sagra della polenta e salsiccia

La sagra della polenta e salsicce farà da corollario al rituale falò della Befana. San Felice Circeo festeggerà l’Epifania nell’area ricreativa La Torre di Borgo Montenero il 5 gennaio a partire dalle 19.

L’evento si inserisce tra gli appuntamenti del calendario organizzato dall’amministrazione Schiboni per le festività natalizie. In particolare l’iniziativa sarà possibile grazie alla volontà congiunta del Comune di San Felice e l’associazione La Torre di Borgo Montenero.

La festa della Befana ha origine da antichi elementi folclorici pre-cristiani, recepiti ed adattati dalla tradizione cristiana. In particolare questa figura è probabilmente da connettere a tradizioni agrarie pagane relative allinizio dell`anno. In tal senso laspetto da vecchia sarebbe da mettere in relazione con l`anno trascorso, ormai pronto per essere bruciato per “rinascere” come anno nuovo. Nel Medioevo, periodo ricco di racconti demoniaci e di magie, si dà molta importanza al periodo compreso tra il Natale e il 6 gennaio, un tempo di dodici notti dove la notte dell`Epifania è anche chiamata, appunto, la “Dodicesima”.

Secondo la tradizione Cristiana, il 6 gennaio si festeggia l’arrivo dei Re Magi a Betlemme per portare i doni a Gesù Bambino. La Leggenda vuole che i tre saggi, non riuscendo a trovare la strada, chiesero informazioni ad una vecchia. Malgrado le loro insistenze, affinché li seguisse per far visita al piccolo, la donna non uscì di casa per accompagnarli. In seguito, pentitasi di non essere andata con loro, dopo aver preparato un cesto di dolci, uscì di casa e si mise a cercarli, senza riuscirci. Così si fermò ad ogni casa che trovava lungo il cammino, donando dolciumi ai bambini che incontrava, nella speranza che uno di essi fosse il piccolo Gesù.

Il falò della Befana, diffuso un po’ ovunque in Italia, è particolarmente sentito in Veneto con cerimonie di buon auspicio unite a sagre enogastronomiche, come accadrà mercoledì sera 5 gennaio a Borgo Montenero con la polenta e salsiccia. Per l’occasione e fino ad esaurimento, saranno distribuiti gratuitamente piatti di polenta e salsicce mentre ai più piccoli verranno distribuite le classiche calze contenenti dolciumi.

originale su LatinaQuotidiano.it©
Author: Simone Tosatti

Precedente Emergenza incendi al Circeo, istituita una postazione a Quarto Caldo Successivo San Felice Circeo, con le mareggiate rischio di insabbiamento al porto