Parco Nazionale del Circeo, divide la nomina per la presidenza


La presidenza del Parco Nazionale del Circeo resta una incognita. Com’è noto infatti il nome del generale del corpo d’armata dei carabinieri Antonio Ricciardi proposto direttamente dal ministro Costa, non è passato ieri in commissione ambiente a Palazzo Madama, determinante il voto contrario della Lega. Ovviamente quello della commissione ambiente è un parere solo consultivo e il ministro Costa ha già anticipato di non essere intenzionato a tornare indietro sul nome, ma non solo.

La grafica pubblicata dal ministro Costa sul suo profilo Facebook ufficiale

“Per il Parco del Circeo così come per tutti gli altri parchi – ha commentato via social il ministro Costa –  stiamo procedendo alle nuove nomine dei presidenti, come ampiamente annunciato. Stiamo valutando decine di curricula e la logica per la scelta e per procedere alla nomina è una sola: la massima competenza unita al massimo rigore. Non accetteremo diktat e respingeremo i tentativi di far nominare persone non adeguate a questo ruolo così importante e delicato. Stiamo avviando un confronto positivo con le Regioni, con le quali firmare l’intesa, le realtà territoriali, le comunità locali, gli ambientalisti. I Parchi sono da tutelare e proteggere e sono un patrimonio essenziale per tutto il Paese. La politica ha il compito di nominare i migliori presidenti per la loro gestione. I partiti devono restarne fuori”.  Ancora si attende quindi la nomina per sostituire il presidente uscente e cioè l’attuale direttore generale del Wwf, Gaetano Benedetto che iniziò il sui percorso al Parco del Circeo nel 2007 attraversando negli ultimi anni tutte le difficili fasi del Piano del Parco. Un piano “bersagliato” spesso dalla politica ma fondamentale per la programmazione, la tutela e lo sviluppo del territorio.

L’articolo Parco Nazionale del Circeo, divide la nomina per la presidenza sembra essere il primo su h24 notizie – portale indipendente di news dalla provincia.

originale su h24notizie©
Author: redazione

Precedente «'Namo Nettuno, 'namo!»: il commento al fallimento nel Baseball Successivo Sul promontorio la protesta degli oppositori del governo ucraino