Operazione “Mare Sicuro” a Ponza e Ventotene

PONZA – Nel corso della settimana di Ferragosto ed in concomitanza con il previsto picco di presenze di turisti e diportisti sulle Isole Pontine, le donne e gli uomini della Guardia Costiera di Ponza e Ventotene, nell’ambito dell’operazione nazionale “Mare Sicuro”, sono stati impiegati in un assetto operativo rinforzato per garantire la massima capacità di intervento in mare e nei porti.
L’obiettivo è stato quello della tutela della sicurezza in mare, della corretta fruizione degli arenili e dell’ambiente marino nonché della salvaguardia dei bagnanti, dei diportisti e delle attività subacquee.
Nel complesso, su tutto l’arcipelago pontino, hanno operato 30 militari, 5 mezzi nautici, tra cui le unità navali specializzate nella ricerca e soccorso e 3 pattuglie a terra giornaliere, per un totale di 107 controlli effettuati anche nell’area marina protetta delle Isole di Ventotene e S. Stefano, nel cui ambito le attività marittime si sono svolte, nel complesso, regolarmente.

Un impegno tangibile da parte della Guardia Costiera all’apice della stagione estiva, mostrando vicinanza ai turisti ed agli operatori nonché una rapida risposta ad ogni esigenza in mare. Oltre ai controlli, tanta attività informativa e di sensibilizzazione al fine di consentire all’utenza marittima una settimana serena e sicura.
Numerose sono state le segnalazioni pervenute alla sala operativa della Guardia costiera di Ponza che, in particolare, è intervenuta per prestare assistenza ad un’imbarcazione da diporto finita sugli scogli dell’Isola di Palmarola. I tre adulti presenti a bordo hanno subito diversi traumi, fortunatamente senza gravi conseguenze, l’unità invece è stata riportata in sicurezza nel porto di Ponza sebbene i gravi danni subiti allo scafo.
I tanti turisti presenti sulle Isole e le corse aggiuntive dei traghetti per far fronte alla grande richiesta, non hanno determinato intralci nel traffico di linea che è risultato regolare.

originale su Radioluna ©
Author: Francesca Balestrieri

Precedente Aprilia, spento l’incendio alla Loas. Si attendono le nuove analisi sui valori Successivo I quotidiani locali in un click – 16 agosto 2020