Niente bagno al Circeo, l’ordinanza: manca il servizio di salvamento

Non sarà possibile fare il bagno a San Felice Circeo. Il Sindaco, Giuseppe Schiboni, firma l’ordinanza che vieta di tuffarsi in mare per mancanza del servizio di salvamento. Le regole rigide contenute nell’ordinanza dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Terracina in tema di sicurezza balneare non permettono di agire diversamente e quindi oggi il primo cittadino ha messo nero su bianco il divieto.

Una ordinanza che di fatto vieta su tutto il lungomare del Circeo la voglia di tuffarsi in acqua temporaneamente. Stesso divieto delle spiagge libere anche per quelle in concessione che a seguito dei ritardi del lockdown non hanno avuto modo di organizzarsi con il relativo servizio. Al mare ci si potrà andare a prendere il sole e naturalmente per fare sport individuale. Sono vietati gli assembramenti e non si potrà fare sport di squadra. Inoltre, confidando sulla responsabilità dei singoli, impartite anche le regole sul distanziamento sociale tra ombrelloni, lettini, sdraie e le persone.

L’articolo Niente bagno al Circeo, l’ordinanza: manca il servizio di salvamento sembra essere il primo su h24 notizie – portale indipendente di news dalla provincia.

originale su h24notizie©
Author: Comunicato Stampa

Precedente Coronavirus, l'analisi: il 61% dei casi è un uomo con età media di 59 anni Successivo Il premier Conte al Circeo, breve vacanza di coppia: immortalati da “Diva e Donna”