Maltrattamenti e atti persecutori nei confronti della ex: a giudizio

Accusato di maltrattamenti, atti persecutori, danneggiamento e lesioni nei confronti della sua ex, incassando un non luogo a procedere per intervenuta prescrizione solo per quest’ultimo reato, il 46enne Michele Mastrodomenico è stato rinviato a giudizio dal giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina, Pierpaolo Bortone. I fatti si sarebbero verificati a San Felice Circeo, centro di cui l’imputato è originario. E la prima udienza è fissata, davanti al Tribunale di Latina, per il prossimo 25 settembre.
Mastrodomenico, che ora vive a Sezze, era già stato condannato nel dicembre scorso, con le accuse di tentata estorsione e di aver cercato di bruciare il locale al titolare di un supermercato del Circeo. Il 23 marzo 2016 vennero appiccate le fiamme al tappetino d’ingresso del supermercato Carrefour di via Monte Circeo. Per gli inquirenti autore di quel gesto sarebbe stato Mastrodomenico, che in precedenza avrebbe anche minacciato telefonicamente il titolare dell’attività, Emiliano Masala, dicendogli: “Io ti sparo in faccia, dimmi dove ti trovi che ci possiamo incontrare e ti faccio vedere”. Tutto per non saldare un debito di 2.260 euro, relativo all’acquisto di merce, che Masala aveva chiesto all’imputato di pagare.
Una vicenda per cui il 46enne era stato arrestato e per cui è stato condannato a due anni e mezzo di reclusione.

L’articolo Maltrattamenti e atti persecutori nei confronti della ex: a giudizio sembra essere il primo su H24 notizie – Portale indipendente di news dalla provincia di Latina.

originale su h24notizie©
Author: clemente pistilli

Precedente Pugno duro in difesa dell'ambiente Successivo Sono passati 5 anni: Porta il cuore in cabina elettorale!