L’inaugurazione del complesso monumentale dedicato a Domenico Ceccarelli

Domenica 6 agosto, nella Chiesa di Santa Maria degli Angeli, in San Felice Circeo, davanti ad un folto pubblico, si è svolta la cerimonia d’inaugurazione del Complesso Monumentale con l’opera in bronzo di Ignazio Colagrossi che, la Famiglia, il Parroco Don Carlo Rinaldi, e la comunità della Cittadina, hanno voluto dedicare a Domenico Ceccarelli, “cantore del Circeo”.

La cerimonia organizzata dal Parroco, è stata officiata dal S.E. Il Cardinale Prosper Grech, O.S.A.: Docente emerito di varie università e Consultore della Congregazione per la Dottrina della Fede, alla presenza del Dott. Giuseppe Schiboni: Sindaco di San Felice Circeo, l’On. Silvia Costa: Parlamentare Europea – Presidente della Commissione Cultura, il Prof. Egidio Maria Eleuteri: Critico e Storico d’Arte, e il Prof. Antonio Saccà: Scrittore e Docente Universitario di Filosofia e Sociologia.

Fra gli interventi delle personalità presenti, quello dello scultore Colagrossi, per ringraziare Don Carlo Rinaldi, nell’averlo ancora una volta coinvolto nella realizzazione di opere bronzee, che restituiscono alla storia la vita di personaggi che hanno dato lustro alla Città di San Felice Circeo.

La vedova di Domenico Ceccarelli scopre l’opera

Lo scultore ha già onorato con le sue opere il Circeo: nel 2010, l’inabissamento del Volto di Cristo, nelle acque adiacenti la Grotta delle Capre, nel 2011 l’altorilievo di Giovanni Paolo II che abbraccia un bambino, di cui una replica, con il benestare dello stesso Don Carlo, è stata posta nella sala stampa della Santa Sede – Città del Vaticano, e nel 2014, l’opera dedicata al compianto Bernardo Bianchi, parroco di San Felice Circeo.

L’articolo L’inaugurazione del complesso monumentale dedicato a Domenico Ceccarelli sembra essere il primo su H24 notizie – Portale indipendente di news dalla provincia.

originale su h24notizie©
Author: Comunicato Stampa

Precedente Emergenza incendi al Circeo, istituita una postazione a Quarto Caldo Successivo San Felice Circeo, con le mareggiate rischio di insabbiamento al porto