Le tartarughe marine scelgono la spiaggia di Fondi per nidificare – #VIDEO #FOTO


Nella notte tra sabato e domenica le tartarughe marine hanno scelto il litorale di Fondi per deporre. Un fatto raro a certe latitudini, e seguito da soluzioni fai-da-te atte a salvare le uova, segnalazioni e un intervento in forze da parte delle autorità deputate. Due, i nidi trovati.

A fare da sfondo al lieto evento, l’area di Tumulito. Intorno alle 23 di sabato è arrivato un avvistamento diretto: un esemplare di Caretta caretta (visibile nella foto di copertina) si è palesato in un tratto di spiaggia all’altezza del camping Holiday. Ha scavato una profonda buca in prossimità della duna, per allontanarsi poco dopo aver deposto e ricoperto di sabbia, a colpi di pinna, il suo “tesoro”.

Una presenza notata da un giovane del posto che d’estate risiede a pochi passi. E che ha subito cercato di mettere al riparo la zona della nidificazione, delimitata con tanto di nastro biancorosso. Abbastanza concreto, del resto, il rischio di un accidentale danneggiamento da parte dei bagnanti che sarebbero sopraggiunti il giorno successivo o degli addetti alla pulizia della spiaggia. Senza contare il pericolo rappresentato dall’attacco di qualche animale.




(Clicca per ingrandire e scorrere le foto)

Quando erano circa le 6.30, a non molta distanza dal luogo precedente, ecco una nuova segnalazione, nel tratto di spiaggia in concessione al campeggio La Lucciola: notando delle particolari “strisce” sulla battigia, i gestori non ci hanno messo molto a rendersi conto del passeggio di una tartaruga. E dell’annessa presenza di un nido.

Dopo non molto, in quest’ultimo posto si sono portati gli specialisti della rete regionale TartaLazio, gli addetti del Parco Riviera d’Ulisse, i militari della Guardia costiera e dei Carabinieri forestali, nonché i volontari dell’associazione “Io sto con loro”.

Ognuno a suo modo ad operare a salvaguardia delle preziose uova, di un numero al momento imprecisato: ne è stata disseppellita – e subito ricollocata – solo una a mo’ di sondaggio, ma secondo le prime stime potrebbero essercene tra le 90 e le 100. A margine dell’intervento, avvenuto davanti a numerosi curiosi, l’area interessata è stata con tutte le accortezze del caso transennata ed interdetta anche formalmente, con tanto di rete metallica. Una mini ‘zona rossa’ che verrà monitorata fino alla schiusa.

L’avvenuta nidificazione rappresenta “un evento praticamente unico nel Basso Lazio”, hanno spiegato da Tarta Laziouna volta effettuato l’intervento.

“Seguiremo l’evolversi della situazione da vicino, come abbiamo fatto in molte altre occasioni nelle quali c’era da tutelare la salvaguardia di animali in difficoltà”, il commento di Eva Marrocco, presidente di Io sto con loro. “Vigileremo e, ci auguriamo di no, se sarà necessario, interverremo come abbiamo fatto contro la mattanza dei daini del Circeo. Ci auguriamo che tutto proceda nel migliore dei modi e siamo sicuri che tutta la vicenda è in ottime mani, grazie alla competenza degli operatori della TartarLazio”.

Per quanto riguarda il primo dei nidi rinvenuti, è stato oggetto di un sopralluogo solo in serata, con l’intervento di definitiva messa in sicurezza che sarà effettuato nella giornata di lunedì. In sostanza, con l’accavallarsi delle segnalazioni e la vicinanza dei due posti scelti per la deposizione, nessuno si era reso conto di come i nidi fossero in realtà due. La stessa tartaruga, a farli? Oppure due differenti esemplari?

VIDEO 

FOTOGALLERY GENERALE 













 

L’articolo Le tartarughe marine scelgono la spiaggia di Fondi per nidificare – #VIDEO #FOTO sembra essere il primo su h24 notizie – portale indipendente di news dalla provincia.

originale su h24notizie©
Author: redazione

Precedente Coronavirus, l'analisi: il 61% dei casi è un uomo con età media di 59 anni