Fondi, gommone resta in moto e semina il panico dopo aver sbalzato 5 persone in mare


Weekend all’insegna dei controlli e assistenza in mare per la Guardia Costiera di Terracina.

Tanta l’attività di prevenzione effettuata nell’area di giurisdizione, numerosi controlli effettuati anche in collaborazione con altre forze dell’ordine e di polizia del territorio dell’ufficio circondariale marittimo di Terracina con l’ausilio dei comandi di San Felice Circeo e Sabaudia, ma soprattutto tanti interventi di assistenza e soccorso alle imbarcazioni in difficoltà.

A terra i controlli sui litorali di Terracina, Sabaudia e San Felice si sono concentrati soprattutto sulle spiagge libere, spesso oggetto di fenomeni di preistallazione abusiva, da parte dei noleggiatori di attrezzature balneari, che sono stati sanzionati per non aver rispettato la clausola delle convenzioni, rilasciate dai rispettivi Comuni, di non posizionare preventivamente gli ombrelloni e le sdraio atteso il diritto di chiunque di utilizzare l’area che resta pubblica.

Per quanto riguarda i soccorsi sotto il coordinamento del comando di Gaeta, si è intervenuti, con la dipendente CP 834 e con l’ausilio del GC B30 di Delemare Sperlonga, in località Sant’Anastasia a Fondi.

L’intervento si è reso necessario per frenare la corsa di un gommone da diporto che era rimasto pericolosamente in moto senza alcuno ai comandi dopo che i suoi cinque passeggeri, accidentalmente erano sbalzati fuori a circa 300 metri dalla costa.

L’articolo Fondi, gommone resta in moto e semina il panico dopo aver sbalzato 5 persone in mare proviene da Latina Quotidiano.

originale su LatinaQuotidiano.it©
Author: LatinaQuotidiano.it

Precedente Coronavirus, l'analisi: il 61% dei casi è un uomo con età media di 59 anni Successivo Il premier Conte al Circeo, breve vacanza di coppia: immortalati da “Diva e Donna”